I sogni del mio migliore amico
Blog / marzo 26, 2016

Ok, io capisco tutte le necessità, capisco che siamo tutti diversi. Ma non capisco i sogni del mio migliore amico. Ci stavo parlando su whatsapp qualche giorno fa, gli chiedevo cosa avrebbe fatto per le vacanze. Sapete come mi ha risposto? Sto cercando dei prestiti tra privati con cambiali per andare in Thailandia. Sono rimasto sconvolto. Non posso credere che esista qualcuno così vicino a me che prende, veramente, un prestito per andarsene in vacanza: non per ristrutturare una casa o una stanza, non per acquistare del materiale per lavorare e per avviare una propria attività, per andare in vacanza. Premetto che io amo viaggiare e che se potessi permettermelo sarei ogni giorno in un Paese diverso, ma così mi pare esagerato. Piuttosto che arrivare a una soluzione così burocratica, chiederei ai miei genitori, cercherei di fare qualche lavoretto extra per arrivare attorno alla somma necessaria. Ma poi, quello che più mi dà da pensare, è il fatto che non è che vuole accontentarsi, vuole andare in un resort, con SPA e mille servizi da super VIP. Il relax, per come la vedo io, non richiede per forza cifre a quattro o cinque zeri, io mi rilasso benissimo alla piscina…