Cosa è l’assenzio

maggio 9, 2016

assenzioL’Assenzio è una bevanda alcolica creata da un medico francese dr. Pierre Ordinarie nel 1792 in un paesino svizzero chiamato Couvet, situato nella regione alpina Svizzera confinante con la Francia.

Trattasi di un distillato ad alta gradazione di 68 gradi basato con l’Artemisia Maggiore, una pianta che nasce spontanea nelle alpi e che rimane l’ingrediente principale della ricetta il quale poi viene successivamente lavorato mediante infusione con altre erbe aromatiche come anice, issopo, dittamo, acoro e melissa. ecc.

Il colore verde è ottenuto dalla clorofilla naturale delle foglie dell’artemisia pontica e rimane un bevanda aromatica complessa che emette un effetto nebuloso con l’aggiunta di tre o quattro parti di acqua necessarie per la sua corretta somministrazione.

L’Assenzio servito in questa maniera diventa un perfetta alternativa agli aperitivi classici.

L’assenzio è comunemente soprannominato anche la Fata Verde per l’effetto magico che svolge sul bevitore. In effetti l’Artemisia Maggiore quando viene distillata emette un alcaloide chiamato Tujone, che interagisce sul sistema centrale nervoso provocando in certi casi anche visioni.

Questo principio attivo oggi viene monitorato e prefissato con dei parametri dalla comunità europea.
L’Assenzio deve la sua leggendaria popolarità per l’alto consumo che si è fatto durante il periodo bohemienne francese quando gli artisti trascorrevano il loro tempo bevendo la Fatina Verde, la quale in certi casi diventerà anche il soggetto principale di opere celebri esposte nei musei di tutto il mondo.
Basti ricordare alcuni artisti come Verlaine, Rimbaud, Baudelaire, Van Gogh, che ne fecero la loro musa personale, e poi Degas, Toulouse Lautrec, Oscar Wilde e tanti altri diventati nel tempo un mito.
Il massimo della diffusione di assenzio avviene intorno alla metà dell’800 quando la produzione di vino in Francia fu devastata da un insetto chiamato filossera il quale provocò una carenza di vino a tavola sostituito dall’assenzio.
Il declino della magica pozione avviene con il fenomeno dell’alcolismo post industriale e il ritorno del vino nell’economia francese.
I produttori di vino dovevano riacquistare la loro fetta di mercato perduta e fecero di tutto per ghettizzare questa bevanda fino a provocarne il veto commerciale nel 1915 durante la prima guerra mondiale.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *